Cane con problemi di stomaco? Offrigli il pasto perfetto.

Reading Time: 5 minutes

Hai un cane con problemi di stomaco e temi la gastrite? Forse non è così grave, ma potrebbe soffrire perché ha lo stomaco sensibile. Scopriamo insieme quali cibi scegliere per offrirgli un pasto perfetto sia con l’alimentazione casalinga, sia con l’alimentazione commerciale.

Alcuni cani, proprio come noi, hanno uno stomaco moto sensibile ed irritabile, i sintomi che ci devono insospettire sono:

  • vomito, anche occasionale,
  • feci malformate
  • flautolenza.

Se avete questo dubbio consultate il medico veterinario di vostra fiducia, che potrà escludere cause gravi. E’ probabile che la causa sia la sua dieta, dovrete semplificarla eliminando tutti gli extra, premietti, assaggi dal tavolo e biscotti.  Molto importante è valutare insieme a un nutrizionista il cibo che gli state offrendo.

Se sei già deciso a consultare un nutrizionista contattami qui.

Cane con problemi di stomaco: l’influenza dei principi nutrienti

I cibi composti da ingredienti di qualità sono in genere più digeribili di quelli troppo economici, ma non sempre è possibile scegliere. Cominciate controllando se quello che avete scelto contiene troppi grassi. Grasso e olio richiedono una digestione più lunga e laboriosa di quella necessaria per le proteine e per i carboidrati (se in piccola percentuale). Per cui è ideale che una dieta, commerciale o casalinga o cruda, contenga circa il 15% di grassi, una quantità moderata. Dopo aver verificato la percentuale di grassi, controllate se grassi e oli si presentano al quarto posto nella composizione o lista degli ingredienti. Se sono al quarto posto, ciò indica che in realtà il contenuto in grassi potrebbe essere eccessivo, considerate di scegliere un altro alimento commerci.

Le proteine, vale a dire il tipo di carne, possono essere causa di irritazione, spesso in cani con gastrite. Non tutti i cani sono in grado di digerire bene tutte le carni e, poiché non vi è una regola, è importante non utilizzare tutte le carni disponibili sul mercato. Infatti, anche se il problema vi spaventa, è importante che alcuni tipi di proteine non siano mai stati assaggiati dal cane, in caso di intolleranza alimentare. Se vuoi approfondire cosa sono le intolleranze alimentari leggi qui. Allo stesso tempo, è anche importante utilizzare almeno due diversi tipi di carne, per mantenere una variabilità di alimenti necessaria per il benessere del cane.

Fattori nutrizionali chiave per cani con gastrite (sulla sostanza secca, senza umidità)

FattoriLivelli nutrizionali raccomandati
Sodio0,3% – 0,5%
Cloro0,3% – 1,3%
Potassio0,8% – 1,1%
Grasso12% – 15% altamente digeribile 8% – 12% se la percentuale di fibre è più alta della media
Energia4000 – 4500 kcal/kg altamente digeribile (pochi alimenti commerciali riportano l’energia dell’alimento)
Fibre< 5% in cibi altamente digeribili (ideale miste, solubili e insolubili)
Digeribilità>87% per le proteine e >90% per carboidrati e grassi in cibi altamente digeribili >80% per proteine e grassi e >90% per carboidrati se la percentuale di fibre è più alta della media

Anche le fibre possono aiutare la digestione, ideale sarebbe una fonte di fibra solubile, utilizzabile dalla microflora intestinale, come la polpa di barbabietola, e una fonte di fibra insolubile, che non potendo essere digerita e fermentata, regola il transito intestinale e contribuisce ad evitare diarrea e costipazione, come la crusca di avena o lo psillio. Infine, la presenza di adeguati livelli delle principali vitamine, A, E, D, C, del selenio, degli antiossidanti, preferibilmente naturali possono migliorare la digestione.

Alimentazione casalinga per cani con stomaco sensibile

La composizione di un pasto ideale dovrà contenere alimenti facilmente digeribili e seguire alcuni consigli, vediamo quali:  

  • Se volete dare del formaggio non dovrà contenere lattosio, quindi parmigiano reggiano o fiocchi di latte.
  • La dieta dovrà contenere delle fibre, per aiutare la digestione, per esempio della zucca cotta al vapore e frullata.
  • La ciotola dovrà essere composta con pochi ingredienti gustosi, così da invitare il cane a mangiare e bilanciarlo con un buon integratore vitaminico minerale.
  • Il riso bianco bollito è il cereale preferibile, cuocetelo bene, né al dente, Né colloso. Il riso è la fonte di carboidrati meglio digerita dai cani, ma se il vostro cane non lo tollera potete provare con le patate, che dovranno essere completamente cotte.
  • Anche le proteine dovranno essere facilmente digeribili, pensate al pollo o al tacchino, ai fiocchi di latte e ogni tanto al tofu cotto.

Le diete casalinghe non devono essere improvvisate, chiedete sempre l’aiuto di un nutrizionista, che potrà preparavi alcune scelte, per avere la varietà di alimenti nel ciclo di un mese, e consigliarvi un buon integratore vitaminico minerale.

Come scegliere un alimento commerciale che aiuti il cane con problemi di stomaco

I suggerimenti che vi ho elencato per l’alimentazione casalinga sono validi anche per i prodotti commerciali. Escluso il formaggio che raramente troverete nella lista degli ingredienti.

  • L’alimento dovrà essere ipoallergenico, cioè composto da un solo tipo di carne (proteine) e un solo tipo di cereale (carboidrati) o patate (carboidrati).
  • Poiché l’alimento dovrà essere ipoallergenico il riso è meglio dell’avena, dell’orzo o del grano/frumento perché privo di glutine.
  • Un alimento commerciale che indichi carne fresca o disidratata in prima posizione, nella lista degli ingredienti, potrà assicurare una digeribilità delle proteine maggiore. Minore sarà se sono elencate le farine di carne, che sono trattate con temperature molto elevate, che possono diminuire la qualità delle proteine. 
  • Controllate l’etichetta per i grassi, massimo 15%, e per vedere se grasso o olio sono dopo il quarto posto nella lista degli ingredienti.

Un’ottima idea sarebbe chiedere consiglio al medico veterinario di fiducia per un alimento commerciale specifico per cani con gastrite o stomaco sensibile, cioè quelle linee veterinarie che comprendono anche alimenti, secchi e umidi, per risolvere questo problema. Il loro vantaggio è di utilizzare tutte le tecniche più innovative per trasformare le proteine in gruppi di aminoacidi, più facili da digerire, hanno la giusta dose di grassi e utilizzano fibre con funzionalità specifiche per i vari problemi. Sono alle volte poco appetite dai cani, ecco perché vi consiglio di valutare anche la scatola di umido, che risulta in genere più gradita.

Gli ultimi suggerimenti per i perfezionisti

Molti di voi sanno che da 5 anni la mia Silverina soffre di una patologia gastroenterica. Siamo riusciti a risolvere i problemi intestinali, mantenendo un buon equilibrio con un alimento dietetico veterinario umido, ma per lo stomaco dobbiamo utilizzare tanti diversi elementi. Il medico veterinario specialista che la segue ha indicato una terapia con gastro protettore e un probiotico, oltre all’alimento dietetico.

Aggiungere un buon probiotico, di qualità quindi costerà un poco di più dei prodotti che utilizziamo normalmente. Questo ingrediente aiuterà la microflora batterica dell’intestino del cane, arricchendola, e migliorando probabilmente anche la situazione dello stomaco (meno formazione di gas che tenta di risalire). Il probiotico non è mai uno per ogni cane, i cani sono individui. Potete provare Vivomix, per uso umano da tenere in frigorifero, o Nucron, in pastiglie.

Grazie alle mie conoscenze in erboristica canina ho deciso di aggiungere una dose di polvere di corteccia di olmo rosso (Ulmus fulva). Prima di introdurvi i benefici, vi preciso che in Italia è quasi impossibile trovarlo, occorre comprarlo su internet. La corteccia di olmo rosso è ricca di tannini che hanno un’azione astringete sulla mucosa digerente e riduce le infiammazioni. Da quando lo utilizzo, un piccolo misurino a ogni pasto Silverina sta molto meglio

14 commenti su “Cane con problemi di stomaco? Offrigli il pasto perfetto.”

  1. Buongiorno! Ho letto con molto interesse l’articolo, di cui ringrazio per i preziosi consigli.
    Per quanto riguarda la polvere di Ulmus Fulva, posso dargliela introdotta in un bocconcino di carne, senza farne decotto o sciroppo, come indicano alcuni blog? Gli stessi poi accennano al fatto che la polvere possa ridurre l’assorbimento di farmaci: poichè il mio cane è cardiopatico e gli somministro 2 pimobendan quotidiane, è sufficiente che gli dia la polvere lontano dall’assunzione di queste?
    grazie se vorrà rispondermi e tanti auguri
    Barbara

    1. Buongiorno Barbara, sono felice che l’articolo le sia stato utile. Per la polvere di corteccia di olmo rosso, le consiglio di somministrala nella ciotola e dare le medicine, se possibile, lontano dai pasti.

  2. Buon pomeriggio, ho trovato nell’articolo un suggerimento utile per controllare la lista elementi sul cibo secco, che uso come alimento per il mio barboncino. Purtroppo dopo vari tentativi per nutrirlo con una dieta casalinga a base di patata, carota, tacchino e coniglio, avendo escluso il pollo per intolleranza, a parte qualche stuzzichino che mi vedo costretta a mettere sui croccantini, Teo il più delle volte rifiuta di mangiare. Le sarei grata se potesse darmi qualche suggerimento.

  3. Salve il mio cane da una settimana circa si rifiuta di mangiare vomita e diarrea e non riesco a dargli nessun tipo si farmaco ..consigli sull’alimentazione da seguire…grazie

  4. Salve il mio cane ha un tumore alla vescica che gli sta prendendo i reni, purtroppo deve prendere omeoprazolo tutti i giorni e previcox sempre(lo fa da due mesi ormai )e spesso ha vomito o gastrite,penso sia dovuto ai farmaci, nell’acqua io metto anche un cucchiaio di argilla verde per ridurre l’acidità ma purtroppo ultimamente funziona poco,a livello alimentare mangiava pesce fresco e farro bollito ma poi un mese fa è stato male e ora vuole solo scatolette di carne soprattutto gradisce il manzo,cosa altro sarebbe meglio mangiasse? preciso che è allergico al pollo e anche con gli altri volatili sta male.Come posso aiutarlo? grazie

  5. Buongiorno dottoressa.
    Il mio cane meticcio di 2 anni soffre di infiammazione intestinale cronica, prende 3 integratori tra cui probiobici e omega 3 ,tutti i giorni.
    Mangiava forza 10 colon fase due fino a una settimana fa, ma ha cominciato a non voler piu mangiare, credo abbia ormai stufato i croccantini secchi.
    Difatti provando con l umido, lo mangia con piacere.
    Cosa posso fare per farlo tornare a mangiare il secco?
    Non posso neanche lasciarlo troppo a digiuno a detta del veterinario per i suoi problemi allo stomaco.
    O cosa posso inserire in una eventuale dieta casalinga?
    Nell ultima dieta provata mangiava maiale, ma abbiamo dovuto interromperla perche dopo un mese iniziava ad avere diarrea.

    Grazie mille

    Ada

  6. Salve, davvero interessante il suo articolo. Ho la mia meticcetta di 12 anni, con tumore alle mammelle. Da un mese non gradisce più le sue crocche, abbiamo fatto una settimana di umido molto volentieri dopodiché ha negato anche quelle. Ho provato con carne macinata vaccino e patate, due giorni e poi ha smesso, alchè ho provato uovo sodo e L ha gradito ma il giorno dopo riso e uova niente. Ho provato ieri pollo e L ha mangiato. omogenizzati non me ha voluti. Smagrisce sempre più. È a 9kg rispetto ai suoi 12. Non so più cosa fare. Abbiamo fatto antibiotico per una sospetta tracheite e dopo qualche giorno ha iniziato ad avere problemi di stomaco, defeca muco e succhi gastrici, dovuto probabilmente sia all antibiotico che ha questo brusco cambiamento alimentare. Chiamo il veterinario ogni due giorno, mi ha dato enterina flora ma la situazione non migliora. Sono disperata. Grazie

  7. Buongiorno. Ho un chiwawua di 14 anni che ha episodi di vomito e diarrea ora più frequenti rispetto al passato. Mangia crocchette Gastrointestinal ma con scarsi risultati. Ricomincia con gorgogli nella pancia, feci molli con muco e vomito. Gli do subito Carrobin PET Ultra e si ripristina il tutto, ma poi ricomincia. Le sarei veramente grata se mi potesse dare qualche consiglio in merito. Grazie mille.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ciao, sono Elena Garella.

Ti racconto un po di me

Social Media

ULTIMI ARTICOLI

IL LIBRO DI FIDO A TAVOLA

Acquista la tua copia

SEGUIMI SU FACEBOOK