Il consiglio della settimana

Consigli che vi accompagnano durante l'anno per conoscere ogni aspetto delle diete dedicate ai cani.

share

Perchè non dimenticarlo? Perché fatta eccezione per il ferro, lo zinco è il micro minerale maggiormente presente nei tessuti corporei dei nostri cani (e degli altri mammiferi). E’ un nutriente fondamentale per la salute della pelle e del sistema immunitario. Esistono dati scientifici che indicano come la mancanza di alcuni micronutrienti, tra cui lo zinco, possa alterare la risposta immunitaria degli animali, anche se non è ancora chiaro come questi cambiamenti influenzino il loro stato di salute.

share

La zucca è un alimento molto utile per i nostri amici a quattro zampe, certamente non consumandola con tutta la buccia come stanno facendo i due cuccioli della foto. Questo vegetale è un'ottima fonte di fibra e aiuta la regolarità delle funzioni intestinali. Se il vostro cane ha problemi di diarrea o di costipazione, in entrambi i casi la zucca aiuta a risolvere la situazione (Vedi anche Aiuto il mio cane ha la diarrea).

share

Sembra ancora estate, ma le temperature hanno iniziato ad abbassarsi e le giornate ad accorciarsi. Riprendono gli impegni e la vita si fa frenetica,  il tempo da dedicare a lunghe passeggiate e giochi diminuisce anche per i nostri cani. In altre parole si avvicina l’autunno e presto arriverà l’inverno. Pensate di offrire al vostro amico a quattro zampe la stessa quantità di cibo che riceveva in estate? Magari non cambierete tipo di dieta?

share

Il miele è un super alimento, ricco di vitamine, minerali e antiossidanti. L’uomo lo utilizza da migliaia di anni per il suo gusto dolce e perché aiuta la ripresa dell’organismo, soprattutto in caso di raffreddore, tosse, febbre. Lo sapevate che potete offrirlo anche ai vostri cani? Ha molte proprietà benefiche e come unica controindicazione di non somministrarlo ai cani malati di diabete.

share

Può accadere che il nostro cane, senza un'evidente ragione, un giorno annusi la sua ciotola e...si volti disinteressato. Oppure assaggi per pochi secondi e poi lasci i 2/3 del pasto che gli avete offerto. In estate questo comportamento può essere dovuto alle temperature superiori ai 30 °C, che non invogliano a mangiare. Perché? Perché il processo digestivo e di assimilazione dei nutrienti presenti in un pasto produce calore, che il corpo deve disperdere. Ne consegue che se ho caldo e, magari, anche un poco di affanno non avrò voglia di mangiare o magari vorrei degli alimenti invitanti.

share

L’estate è la stagione che tutti attendiamo con ansia. Tutti? Sicuramente non i nostri cani che soffrono le temperature elevate e l’umidità troppo alta. Una buona idea è cambiare le nostre e loro abitudini per la passeggiata, uscendo presto la mattina e tardi la sera, e facendoli vivere in casa, in aree fresche o con deumidificatori. Potete accorgervi che soffrono il caldo quando amano sdraiarsi sui pavimenti freddi, bevono molto, evitano il contatto del vostro corpo o di quello di altri cani.

Pagine