Cucinare la dieta casalinga per il cane

Reading Time: 5 minutes

Cucinare la dieta casalinga per il cane, da dove comincio? Il primo passo è affidarsi a un professionista, nutrizionista come me, che potrà prepararvi le ricette personalizzate sulle necessità del vostro cane. Non improvvisate, fare da soli mette a rischio la salute del vostro cane! Seguitemi nella lettura di questo articolo e vi darò 5 semplici suggerimenti.

Cominciamo dalle basi: come compongo la dieta casalinga del cane?

La dieta casalinga del cane deve essere ben equilibrata in tutti i suoi ingredienti: carne, pesce, cereali vari e patate, verdure e frutta, oli e vitamine e minerali.

Tutti gli alimenti, destinati a comporre il pasto del nostro amico a quattro zampe, devono essere tagliati in pezzi moderatamente piccoli, possibilmente di uguale grandezza tra loro. Attenzione alla grandezza, deve essere di grandezza corretta per l’ampiezza della bocca del vostro cane. Il pasto deve essere somministrato dopo aver cotto gli alimenti, averli mescolati tra loro e aver aggiunto poco di acqua tiepida, così da creare una specie di zuppa densa. Quando nella ricetta vi sono le patate o il riso o la pasta si può leggermente aumentare la quantità di acqua tiepida. Naturalmente la quantità di acqua dovrà essere dosata anche in base al gradimento del vostro cane. Una ciotola grande con acqua fresca sempre disponibile, deve essere presente anche quando si somministra i pasti in forma di zuppe dense.

I miei 5 suggerimenti per iniziare

Siamo arrivati alla parte concreta della preparazione del pasto casalingo, impariamo come cuocere e preparare i vari alimenti.

1 La carne

Le carni di maiale, pollo, tacchino e anatra devono essere cotte del tutto. La carne di cavallo e di manzo può essere solo scottata esternamente, ma se state utilizzando del macinato, allora dovrete cuocerlo completamente, perché la lavorazione aumenta il rischio di contaminazione microbica. Gli organi, principalmente fegato, cuore, milza, reni si cuociono con delicatezza. Per cucinare la carne e gli organi utilizzate una padella antiaderente, dove metterete la carne e/o gli organi insieme ad una modesta quantità di acqua. L’acqua permetterà di cuocere il tutto senza che si bruci o attacchi al fondo della padella. Non mettete troppa acqua, come per bollire, perché i nutrienti si disperdono e il sapore diminuisce. Non aggiungere olio o altri grassi, durante la cottura, possono modificarsi e non fare bene. Il brodo di cottura si può conservare e diluire con dell’acqua tiepida, per utilizzarlo durante la preparazione della zuppa densa finale.

2 Il pesce

Se il cane gradisce il pesce, potete inserirlo nello schema dei pasti, scegliete sia pesce bianco, sia pesce azzurro ricco di omega-3 (link a Omega 6 – Omega 3 , acidi grassi essenziali per il cane). Potete comprare il pesce bianco surgelato, come il merluzzo, così che sia privo di lische, ma se preferite acquistarlo fresco, dovrete fare attenzione ad eliminare tutte le lische presenti e la testa. Il pesce azzurro, sardine, alici, sgombri, in genere lo troverete fresco, fatta eccezione per lo sgombro, venduto anche in filetti surgelati.  La cottura del pesce deve essere completa, ma senza renderlo stopposo. Potete cuocerlo o come la carne, con poca acqua, o al vapore. Se non avete una vaporiera, basterà porre su una pentola, con acqua in ebollizione, uno scolapasta in metallo e adagiarvi il pesce dentro. Poi coprire con un coperchio.

2 Riso, pasta e pane nella dieta casalinga

I cereali sono gli ingredienti che, essendo ricchi di amido, forniscono solo energia al cane e devono essere accuratamente cotti e dosati nella dieta.  Riso e pasta devono essere cotti bene, non al dente, ma neanche stracotti. In questo modo, la molecola dell’amido, molto lunga, si spezza e diviene più attaccabile dall’enzima amilasi che la digerisce. Ricordate che i cani non sono nati per mangiare cereali. Vi suggerisco di preferire il riso alla pasta, perché più digeribile e privo di glutine, che può dare intolleranza. Potete scegliere anche il riso soffiato per cani, in questo modo potrete risparmiare tempo, non cuocendo il riso. Il pane non è un ingrediente da utilizzare abbondantemente nella dieta casalinga, perché è prodotto con farine molto raffinate. Potete però offrirlo, ben secco o tostato, come snack pomeridiano. Altri cereali che si possono utilizzare sono: l’avena in fiocchi decorticata, la quinoa, l’amaranto e il miglio, ad essi, insieme al riso,  ho dedicato l’articolo I 5 cereali per il cane (mettere link).

3 Le patate nella dieta casalinga, una fonte di energia

Le patate, sono considerate una verdura, ma sono ricche di amido. Lo stesso vale per la patata americana o batata. Possono essere quindi un’ottima alternativa ai cereali per fornire energia, ma vanno utilizzate con attenzione in considerazione del loro indice glicemico, che potrebbe indurre il diabete. Le patate devono essere sempre cotte, potete bollirle o cuocerle al microonde, poi le schiaccerete come per fare un pure.

4 Le verdure

Non tutti i cani amano le verdure e anche quelli che le mangiano, sono selettivi. Cominciate con piccole quantità di quelle meno saporite, come le zucchine e i finocchi, e poi inserite verdure dal sapore più deciso, come carote e zucca. Vi suggerisco di cuocere le verdure al vapore, preserverete maggiormente i nutrienti, le vitamine soprattutto. Cotta al vapore la verdura avrà anche un gusto migliore, rispetto a una verdura bollita. Tuttavia, le carote si possono anche offrire crude, grattugiate. Lavate sempre le verdure, poi tagliatele a pezzi, così diminuirete il tempo di cottura al vapore. Una volta cotte, schiacciatele bene o trasformatele in un pure. Quando il vostro cane sarà abituato al gusto, potrete cuocere due o tre verdure insieme per dare più gusto e varietà.

5 Gli oli , le vitamine e i minerali

Questi ingredienti si aggiungono tutti alla fine della preparazione del pasto. Come oli consiglio l’olio di girasole , perché ha la giusta quantità di un acido grasso essenziale per il cane. L’olio di oliva o EVO, che molti usano, non ne ha abbastanza. Si può aggiungere anche un ottimo olio di pesce per gli omega-3, ma io preferisco il pesce azzurro. Gli integratori vitaminici sono molto utili per apportare la giusta quantità di vitamine e minerali, così da compensare le perdite dovute alla cottura.  Potete utilizzarne di tipi diversi, sia naturali che di sintesi. Questi prodotti sono molto importanti per assicurare al cane giovane e/o adulto una buona vecchiaia. Se scegliete integratori in pastiglie, queste devono essere frantumate, in modo che il cane non scarti la pastiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ciao, sono Elena Garella.

Ti racconto un po di me

Social Media

ULTIMI ARTICOLI

IL LIBRO DI FIDO A TAVOLA

Acquista la tua copia

SEGUIMI SU FACEBOOK