Erbe officinali nella dieta casalinga del cane

Reading Time: 7 minutes
levriera nera, stesa su un plaid beige. Sullo sfondo una ruota di foglie e piume colorate

Le erbe officinali per la dieta casalinga del cane sono quelle erbe che hanno un potere nutriente e migliorano il suo benessere.

Erbe e spezie possono aiutare il cane a vivere meglio, se aggiunte consapevolmente alla dieta casalinga. In questo articolo vi descriverò quali erbe officinali sono connesse alla dieta e le loro qualità.

Ma non basta, vi regalo la ricetta di un integratore fatto in casa a base di erbe, che migliorerà il benessere del vostro cane.

Erbe officinali fresche, fiori, foglie e semi

Come mettere in relazione le erbe officinali e la dieta casalinga del cane

Per utilizzare le erbe officinali al meglio, senza sprecare tempo, denaro e le stesse erbe, occorre un approccio olistico. Si tratta di considerare il benessere del cane dal punto di vista del corpo, della mente e dello spirito. Il cane deve essere deve poter soddisfare i suoi bisogni naturali e il cuore di questo principio è una buona dieta.

Il cibo che offrite al vostro cane deve fornirgli tutti i principi nutritivi di cui ha bisogno e la soddisfazione nel nutrirsi. Per questa ragione stiamo parlando di dieta casalinga per il cane. Per gli altri tipi di alimentazione commerciale sarà necessario assicurarsi che il prodotto sia realmente di qualità e ben prodotto, in caso contrario l’integratore a base di ere officinali nulla potrà migliorare.

L’alimentazione casalinga per il cane è meno complicata di quanto si pensi, se volete sono qui per consigliarvi.

Io e Silverina

Un cane in salute e lo sprint aggiuntivo delle erbe officinali

Nel paragrafo precedente vi ho descritto come il cibo che il cane mangia debba offrire tutti i nutrienti necessari agli organi e al sistema corporeo per lavorare in sintonia armoniosa. Ci sono però situazioni in cui, anche un cane in perfetta salute, può avere necessità di un aiuto ulteriore. Un aiuto per mantenere il suo benessere o concentrare gli sforzi nel recuperare l’equilibrio dopo una malattia.

Le erbe officinali servono proprio a questo, a sostenere il benessere del cane, non a sostituirlo. Per esempio, l’echinacea non si sostituisce all’attività del sistema immunitario, ma stimola le difese naturali. Aiutando il sistema immunitario nella capacità di reazione. Allo stesso modo, il tarassaco, la bardana e il cardo mariano assistono l’organismo del cane nell’eliminare le scorie, stimolando il fegato, la cistifellea e il sistema linfatico a lavorare in modo più efficiente.

erbe officinali disidratate

Utilizzare le erbe officinali come supplemento alla dieta casalinga del cane

Quale è il vantaggio di utilizzare le erbe officinali come supplemento di minerali, vitamine, aminoacidi, ecc.? E‘ il fatto che per quanto questi elementi siano concentrati non affaticheranno mai il fegato o i reni, anche se le quantità di nutrienti superano il fabbisogno dell’organismo.

Contrariamente agli integratori di sintesi, che se troppo concentrati richiedono uno sforzo enorme a questi organi , nelle erbe i nutrienti sono in una forma che l’organismo del cane può utilizzare senza problemi. Per esempio il tarassaco contiene quantità incredibili di potassio e ferro, ma non così abbondanti da rischiare la tossicità. Tuttavia, nelle erbe officinali i nutrienti non sono standardizzati, possono variare da pianta a pianta. Per cui possono essere di aiuto in una situazione di benessere, meno se vi sono delle carenze vitaminiche.

Provate queste erbe officinali nella dieta casalinga del vostro cane

Nel libro a cui faccio sempre riferimento, Herbs for pets di G.L. Tilford e M.L. Wulff, è consigliata questa ricetta come supplemento nutrizionale :

  • Ortica, foglie disidratate
  • Tarassaco, foglie
  • Erba medica, germogli o foglie
  • Semi di lino, in polvere
  • Spirulina, polvere

Si tratta di acquistare separatamente i vari ingredienti, già disidratati, e unirli in quantità uguali. Per esempio unire in una ciotola 50 grammi di ogni componente e miscelare bene. Come dosi da offrire al cane vi suggerisco:

  • 5 grammi/giorno cani di taglia piccola
  • 10 grammi/giorno cani di taglia media
  • 20 grammi/giorno cani di taglia grande
  • 25-30 grammi/giorno cani di taglia gigante

Ora che conoscete gli ingredienti e le dosi per il vostro cane, scoprite i benefici di ogni singola erba officinale.

Foglie fresche di tarassaco

Il tarassaco, un erba officinale speciale

Il tarassaco è una delle erbe officinali più complete, dal punto di vista nutritivo, che sia presente nel mondo.

Cinquantacinque (55) grammi di Tarassaco contengono: 2000 UI di vitamina A (1,5 volte la raccomandazione giornaliera per un essere umano adulto); 20% di proteine (il doppio degli spinaci), una buona quantità di vitamine C, K, D e del gruppo B. Per non parlare del contenuto in potassio e ferro, e della buona presenza di manganese e fosforo.

Il tarassaco può integrare in modo delicato la dieta casalinga del cane, senza sovracaricare il fegato e i reni con eccessi vitaminici.

Foglie di ortica disidratate

I segreti nutrizionali dell’ortica nella dieta casalinga del cane

L’ortica è una pianta dal buon sapore, pensiamo allo squisito risotto alle ortiche, molto nutriente e di supporto al benessere del cane.

Cento (100) grammi di ortica disidratata, in pre fioritura, apportano il 30% di proteine; 2970 milligrammi di calcio e 680 milligrammi di fosforo; 650 milligrammi di magnesio, 32 milligrammi di ferro e 3450 milligrammi di potassio.

L’ortica è ricca di vitamine A, C, D e il gruppo B, è quindi un supplemento ineguagliabile per quei cani che abbiano bisogno di un consistente apporto di micro-minerali o oligo elementi. E‘ ideale per i cani con problemi cronici digestivi o con problemi urinari.

Germogli di erba medica

Erba medica, non solo per gli erbivori

Forse l’idea di usare l’erba medica nella dieta casalinga del cane vi sorprende, ma questa erba ha molte proprietà e i suoi germogli sono consigliati anche in alimentazione umana.

Le proteine possono raggiungere il 50%, contine fibre, le vitamine A, D, E, B1, B12 e C. Inoltre è ricca di clorofilla, un antiossidante naturale nel sangue. E‘ ideale nell’alimentazione dei cani senior o che soffrano di artrite e reumatismi, produce un effetto di sollievo dal dolore a lungo termine.

Le saponine, che contiene, aiutano nell’assorbimento dei nutrienti lipo-solubili nell‘intestino(le vitamine A, E, D per esempio) e stimolano la produzione di alcuni ormoni. Sono saponine decisamente meno irritanti di quelle presenti nella yucca e, di conseguenza, l’erba medica si può utilizzare per periodi più lunghi.

Semi di lino macinati al momento

I semi di lino, non sempre sono graditi dal cane

Il vantaggio dei semi di lino è quello di contenere molti acidi grassi essenziali, come l’acido alfa-linolenico e l’acido linolenico, così come gli acidi grassi omega-3. Gli acidi grassi essenziali sono molto importanti per lo sviluppo e il mantenimento del benessere di cervello, fegato, cuore e sistema immunitario. Un’integrazione giornaliera di acidi grassi essenziali, in un’ottima dieta casalinga, può migliorare in modo più che evidente lo stato di pelle, peli e unghie dei cani.

Esiste un però, non è semplice aggiungerli alla dieta casalinga del cane. Infatti, se dati interi non saranno digeriti e passeranno tal quali nelle feci. in secondo luogo i semi di lino interi sono ricchi di olio, che non deve irrancidire, quindi devono essere conservati in frigorifero.

Per utilizzarli in forma di farina dovranno essere macinati giornalmente, nella dose necessaria, o perderanno rapidamente i loro benefici. Infine, a molti cani il loro sapore è sgradito. Cosa fare? Comprare un prodotto naturale per cani stabilizzato. I semi di lino stabilizzati sono addizionati di zinco e vitamina B6, che migliorano il sapore e prevengono l’irrancidimento dell’olio e degli acidi grassi essenziali.

Spirulina in polvere

La spirulina è sicura per il cane?

Penso che se vi chiedessi cosa è la spirulina, il 90% di voi mi risponderebbe „un alga!“, ma non è così. Si tratta, al contrario, di un batterio della famiglia dei cianobatteri (Arthrospira platensis). Ciò che lo rende speciale è un pigmento blu, che utilizza per produrre il suo cibo attraverso la fotosintesi, come le piante.

Ciò che rende la spirulina un superfood è che contiene il 50% di proteine, molti minerali e vitamine e anche gli acidi grassi omega-3. Queste sue prerogative nutrizionali la rendono perfetta per trattare le infiammazioni, le carenze nutrizionali, e sostenere il sistema immunitario.

Il suo unico difetto? E‘ venduta a un prezzo alquanto elevato, quindi se decidiamo di acquistarla dobbiamo essere sicuri della sua qualità, che si lega a come viene prodotta.

Scegliere una spirulina di qualità per l’alimentazione casalinga del cane

Il batterio alla base della spirulina, ha bisogno della luce del sole, di essere cresciuto all’aperto, in un ambiente privo di inquinanti. Le acque di vasche artificiali, controllate per la percentuale di inquinanti, sono ideali. Mentre la spirulina che proviene da le acque oceaniche, i laghi o i corsi d’acqua naturali può essere soggetta ad inquinanti.

Le aziende che crescono, disidratano a polvere e/o compattano in pastiglie la spirulina sono presenti in USA, Tailandia, India, Australia, Taiwan, Cina, Mexico e in alcuni Stati africani.

Quando acquistate la spirulina controllate che l’etichetta sia chiara e sempre disponibile, anche nei siti di vendite online. Se acquistate un spirulina controllate di acquistarla dal produttore, non da un rivenditore, in questo secondo caso dovrete indagare chi è il produttore. Quando la acquistate odoratela, deve profumare di alghe marine, essere in polvere come farina 00 e di colore verde scuro e opaco.

Resta aggiornato sui miei contenuti, seguimi su instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ciao, sono Elena Garella.

Ti racconto un po di me

Social Media

ULTIMI ARTICOLI

IL LIBRO DI FIDO A TAVOLA

Acquista la tua copia

SEGUIMI SU FACEBOOK