condividi:

1 spezia al mese: il prezzemolo

Davvero possiamo aggiungere un poco di prezzemolo al pasto del nostro cane? Certamente, il suo sapore delizioso è ben noto a tutti, ma le sue proprietà di mantenimento del benessere in generale e di aiuto durante la guarigione da una malattia lo sono meno. Il prezzemolo è una spezia o erba aromatica con una concentrazione di nutrienti molto interessante e si trova facilmente tutto l’anno nei negozi di frutta e verdura. Il suo nome nasce in Grecia e significa sedano delle roccie (il prezzemolo è botanicamente un parente del sedano), si tratta di una pianta che una volta acclimatata può ripresentarsi anno dopo anno nel vostro giardino.

Perché il prezzemolo fa bene al cane

Il prezzemolo ha un buon contenuto vitaminico, soprattutto in vitamina C, tanto che un cucchiaio di foglie di prezzemolo tritate contiene la stessa quantità che un’arancia piccola. Contiene anche alcune vitamine del gruppo B, la vitamina A, la vitamina E e la vitamina K. Inoltre, è ricco di antiossidanti, quali il betacarotene, alcuni flavonoidi, la luteina e la zeaxantina e ha un bel pacchetto di minerali: potassio, calcio, sodio, fosforo, magnesio, rame, zolfo, ferro, selenio e manganese. Infine, è ricco di aminoacidi, alanina, arginina, acido aspartico, cistina, acido glutammico, glicina, fenilalanina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, serina, tirosina, treonina e valina. Le proprietà terapeutiche del prezzemolo derivano dall’essenza che si trova in tutte le parti della pianta, concentrata in particolare nelle foglie. Il prezzemolo è abbastanza noto come pianta che aiuta a rinfrescare l’alito, anche nei cani, ma poche persone sanno che gli antiossidanti in esso contenuti sono in grado di contrastare gli effetti dei radicali liberi, prevenendo così l’invecchiamento cellulare. Inoltre, il prezzemolo contiene nell’olio essenziale una sostanza, chiamata miristicina, che ha una certa attività antinfiammatoria, utile anche in caso artrite, e sembra possa neutralizzare alcuni agenti considerati cancerogeni. 

Benefici del prezzemolo

Antiossidanti

Contrastano i radicali liberi

Betacarotene

Fa bene alla pelle

Calcio

Salute di ossa, denti unghie

Clorofilla

Riduzione attività batterica

Miristina

Attività antinfiammatoria

Vitamina C

Rinforzo delle difese immunitarie

Vitamina K

Protezione dei neuroni

Il prezzemolo è considerato un potente diuretico naturale, che può essere d’aiuto a cani sofferenti di artrite e con problemi ad eliminare i cataboliti, mentre l’elevato contenuto di vitamina K può aiutare in caso di artrite reumatoide, perché la vitamina sembrerebbe distruggere le cellule infiammatorie che contribuiscono alla malattia. Alcune ricerche evidenzierebbero in una carenza di vitamina K un aumento nel rischio di artrite reumatoide alle giunture di polsi e ginocchia.  Sempre per le sue proprietà diuretiche, il prezzemolo sarebbe utile in caso di blande infezioni urinarie, come coadiuvante alla terapia medica, probabilmente perché l’aumentato flusso di urina laverebbe via i batteri patogeni.

succo di prezzemolo

Come inserirlo nella routine dei pasti

Il prezzemolo si può aggiungere ai pasti dei nostri cani, in tutta sicurezza, sia fresco, sia essiccato, sia come infuso o tea. E’ importante non utilizzare i semi di prezzemolo, perché tossici in grande quantità e attenersi strettamente alle dosi raccomandate in libri di erboristica canina o da esperti per non eccedere in quantità, potrebbe essere tossico.

Per una sferzata nutrizionale potete utilizzare una centrifuga per estrarre i succhi o sminuzzare le foglie fresche in un frullatore e ottenere una zuppa verde. Dovrete riempire a metà di acqua il frullatore e poi aggiungere il prezzemolo in ragione di 1 cucchiaino da tea di prezzemolo ogni 9 kg di peso vivo. Aggiungete questa zuppa verde al pasto del vostro cane, sostituendo l’acqua che utilizzate per rendere il pasto in forma di una zuppa densa.

Per migliorare l’alito del vostro cane potete sminuzzare del prezzemolo fresco e cospargerne una presa sul pasto pronto. Ha un’azione efficace nel prevenire la proliferazione batterica nella bocca del vostro amico a quattro zampe.

Nei cani anziani un tea di prezzemolo aggiunto all’acqua di bevanda può aiutare a rinforzare le membrane del tratto urinario. Come fare il tea di prezzemolo? Mettete a bollire 250 ml di acqua e, quando in ebollizione, versatevi una generosa presa di prezzemolo. Spegnete il fuoco, coprite e lasciate riposare per 3-4 ore. Quindi ponete nuovamente la pentola sul fuoco e lasciate sobbollire con fiamma al minimo per circa 1 ora. Rimuovete dalla fiamma, lasciate raffreddare e filtrate. Aggiungete 1 cucchiaio da minestra di tea al prezzemolo/5 kg di peso del cane al pasto serale. Potete congelarlo in cubetti di ghiaccio per conservare il tea più a lungo.

Raccolta e conservazione del prezzemolo

Raccogliere le foglie completamente sviluppate, dalla primavera all’autunno, prelevare le radici da piante di un anno di vita in primavera o in autunno. Foglie e radici si essiccano all’ombra e in un luogo aerato, conservare le radici e i semi in barattoli di vetro chiusi, riporre le foglie in sacchetti di carta o tela, al riparo dalla polvere e dall’umidità.

 

Bibliografia

J.A. Duke, 2000 - The Green Pharmacy Herbal Handbook: Your Comprehensive Reference to the Best Herbs for Healing. Rodale Books Ed.
C.J. Puotinen, 1999 - Natural Remedies for Dogs and Cats. Keats Publishing.
R. Kidd, 2000 - Dr. Kidd's Guide to Herbal Dog Care. Storey Publishing.
M.L. Wulff-Tilford and G.L. Tilford,1999 - Herbs for Pets. Bowtie Press.

www.arthritis.org/living-with-arthritis/treatments/natural/vitamins-minerals/guide/vitamin-k.php

Cosa mangiano i nostri cani? Dai prodotti in commercio all'alimentazione casalinga

Il libro di Fido A Tavola scritto da Elena Garella è disponibile su Amazon in formato cartaceo e e-book.

Con il cibo dite al vostro cane che lo amate. Crocchette, scatole di umido, cucina casalinga o Barf, tutte le alimentazioni hanno il loro perché e nel libro troverete i consigli utili a migliorare la vostra scelta oppure a cambiarla. Vi prenderò per mano e insieme sceglieremo la crocchetta ideale per il vostro cane oppure cucineremo un gustoso pasto casalingo con 4 semplici ingredienti.

Ordina la tua copia

Cosa mangiano i nostri cani? Dai prodotti in commercio all'alimentazione casalinga
Ritratto di Elena Garella

Elena Garella

Sono Elena Garella e da circa 20 anni mi occupo di alimentazione animale. Sono cresciuta in compagnia di cavalli e cani e l’alimentazione è stata da subito il mio principale interesse. Per questo dopo aver frequentato il liceo scientifico nella mia città natale, Roma, ho deciso di laurearmi in Scienze della produzione animale, a Pisa, e ho poi conseguito il dottorato di ricerca in Alimentazione animale a Bologna.