condividi:

5 suggerimenti per utilizzare l'olio essenziale di lavanda

Il profumo della lavanda è forse quello che amo di più, così quando l’amica Nataša e il suo John mi hanno chiesto come diluire l’olio di lavanda per alleviare i dolori articolari di John con dei massaggi ho pensato che poteva essere interessante per tutti imparare ad usare l’olio essenziale di lavanda per vari scopi. Quando pensiamo alla lavanda la maggior parte delle volte si tratta della lavanda inglese o Lavandula angustifolia, il cui fiore viola rallegra i giardini, ma ne esistono altri tipi che valuteremo di seguito in termini di efficacia per aiutare i nostri cani. Infatti, la lavanda ha molti effetti benefici sulla salute, non solo nostra, ma anche dei nostri amici a quattro zampe. Oggi vorrei consigliarvi alcuni usi dell’olio essenziale di lavanda.

Quale olio di lavanda scegliere ed è sicuro per i cani?

Per essere sicuri di utilizzare un olio essenziale di lavanda sicuro per i nostri amici a quattro zampe dobbiamo sapere quanti ne esistono e quale stiamo acquistando, il nome generico “olio essenziale di lavanda” non è abbastanza. Esistono vari tipi di olio di lavanda e i più comuni in aromoterapia, quindi più facili da reperire, sono:

  • La lavanda inglese o Lavandula angustifolia,
  • Lavanda latifolia o spike lavender o Lavandula latifolia,
  • Lavandino o Lavandula x intermedia. Il Lavandino è un incrocio tra la lavanda inglese e la lavanda latifolia e il suo olio essenziale è, normalmente, considerato di qualità inferiore rispetto a quelli estratti dalle due piante da cui deriva. Non lo consiglio.

La Lavanda inglese e la Lavanda latifolia producono entrambe oli essenziali di grande beneficio, ma hanno effetti differenti: quella inglese ha attività rilassante, quella latifolia stimolante. Inoltre, la Lavanda latifolia contiene canfora e ha un profilo chimico per il quale non viene consigliato il suo uso con bambini di età inferiore ai 10 anni. Per questa ragione il mio consiglio è: comprate solo olio essenziale di lavanda inglese e chiedete sempre che vi sia riferimento al nome latino Lavandula angustifolia, infatti nel campo erboristico e oli essenziali è solo il nome latino che garantisce di comprare esattamente ciò che volete, poiché paese che vai, nome che trovi!

Lavandula angustifolia

Benefici dell’olio essenziale di Lavandula angustifolia

Vediamo dunque quali benefici e applicazioni può avere questo olio essenziale e di seguito troverete 5 facili ricette per preparare un rimedio alla Lavanda inglese.

Azione antibatterica, antifungina e antinfiammatoria: l’olio di lavanda inglese può avere un potente effetto antibatterico, soprattutto se associato con altri oli essenziale con questa attività, li trovate in alcune delle ricette che seguono. Nel caso il vostro cane abbia una minima infezione alla pelle, oltre a seguire la cura indicata del medico veterinario, potrete utilizzare questo olio per disinfettare l’area: utilizzata 1 goccia di olio essenziale di lavanda diluito in 1 cucchiaio da minestra di olio di mandorle, immergete nel composto un bastoncino di cotone da orecchie e disinfettate l’area colpita. Anche l’attività antinfiammatoria è piuttosto forte e rende questo olio essenziale ottimo per i dolori articolari e muscolari causati da infiammazione, sarà quindi necessario avere prima una diagnosi di questo tipo da parte del medico veterinario di vostra fiducia. Infine, l’azione antifungina ottima anche questa dovrà sempre passare attraverso il consenso del medico veterinario per evitare di danneggiare il cane, invece di guarirlo. Ad esempio, l’olio di Lavandula angustifolia è molto efficace contro la Candida, ma dovrete eventualmente utilizzarlo sotto controllo del veterinario, essendo questo fungo presente in zone delicatissime del corpo del cane.

Pelle e prurito: per le sue proprietà antistaminiche, antibatteriali  e antinfiammatorie è spesso raccomandato in caso di allergie della pelle, dermatiti da contatto, punture di insetti, per alleviare il fastidio del prurito e per tenere lontani gli insetti. In caso di ferite, se associato con l’olio essenziale di Elicriso (Helichrysum italicum) può permettere una guarigione delle ferite, soprattutto riducendo l’aspetto della ferita esternamente. Potete preparare un gel come descritto nella ricetta Olio per ferite, per migliorare la guarigione del vostro cane.

Riposo e rilassamento: sono molti gli studi che dimostrano come l’olio essenziale di lavanda in aromaterapia aiuti a diminuire lo stress, a migliorare l’umore, ridurre l’ansia e indurre il sonno. Ma rilassarsi non è solo necessario in caso di stress o tensione, come una visita dal veterinario, in questo caso una bandana con 1 goccia di olio di lavanda può aiutare in macchina e nello studio, ma riguarda anche altri problemi come: gli spasmi muscolari, il dolore a muscoli e articolazioni, in questo caso agisce un componente specifico il linalolo. Molto importante è l’azione calmante di questo olio, ben documentata, che può essere ottenuta attraverso un massagio o per inalazione dell’aroma.

Come utilizzarlo

Nonostante la maggior parte di noi ami l’aroma della lavanda non è detto che anche il nostro cane lo apprezzi. Quindi, se il vostro amico a quattro zampe ha uno dei problemi che abbiamo considerato prima e volete utilizzare l’olio seguite prima questo semplice protocollo:

  • Comprate l’olio di lavanda
  • Lasciate che il vostro cane possa annusare il boccettino con l’olio non diluito aperto
  • Osservate la reazione del cane
  • Lasciate che il cane accetti l’aroma o lo rifiuti

In pratica, tenete il boccettino in mano e invitate il vostro cane, se lui osserva e prova ad annusare, senza ritrarsi, ma anzi avvicinandosi lo gradisce. Ovviamente l’aroma per il loro naso sarà intensissimo, quindi se si ritrae, ma rimane volto verso la vostra mano, aspettate. SE annusa da lontano, se non esce dalla stanza, sono tutti segnali positivi di accettazione. Non imponete un olio essenziale al cane, cercatene uno diverso con proprietà simili oppure rinunciate. Se l’olio essenziale di Lavanda inglese è stato accettato dal vostro cane ricordate che anche se si tratta di un olio molto delicato, adatto ad essere utilizzato anche con bambini e cani, ogni animale è un individuo a se e può reagire differentemente. Utilizzate sempre alcune precauzioni fondamentali come: testare l’olio diluito in una piccola porzione di pelle 24 ore prima di utilizzarlo come trattamento, per osservare se genera fastidio. Ricordate che gli oli essenziali devono sempre essere diluiti, mai applicati tal quali.

John

Le 5 ricette

Olio per ferite**

Ingredienti:

30 ml i Olio per Traumi*

2 gocce olio di Lavanda (Lavandula angustifolia)

2 gocce olio di Elicriso (Helichrysum italicum)

1 goccia olio Frankincense (resina della Boswellia)

1 goccia olio  Geranium (Geranium L.)

*Olio per Traumi: si tratta di un infuso in olio di tre erbe Arnica, Iperico e Calendula, se non lo trovate in commercio scrivetemi e vi darò la ricetta o fatevelo preparare da una buona erboristeria. Nutre la pelle, allevia il dolore e ha proprietà antinfiammatorie

Istruzioni:

In una bottiglia scura, marrone, mettete i 30 ml di Olio per Traumi e le gocce di oli essenziali, uno per volta. Scuotete per miscelare bene, applicate sulla ferita e l’area circostante 2-3 volte al giorno.

 

Gel per punture e morsi di insetti**

Ingredienti:

30 mg di gel di Aloe Vera

3 gocce di olio di Lavanda inglese (Lavandula angustifolia)

2 gocce di Elicriso (Helichrysum italicum)

Istruzioni:

Mette in una bottiglia flip top PET da 30 ml il gel di aloe vera gel e le gocce di oli essenziali, uno alla volta. Agitate gentilmente la bottiglia prima di ogni uso. Prendte un poco di gel e spalmatelo sulla zona irritata dalla puntira o dal morso, 2.3 volte al giorno, sino a che l’irritazione sparisca alla vista. Poiché non sono aggiunti conservanti, la miscela dura 15 giorni, poi deve essere gettata e rifatta. Tenete la bottiglia in frigo per conservare bene la miscela.

 

Gel per tagli e graffi**

Ingredienti:

30 mg di gel di Aloe Vera

2 gocce di  Lavanda (Lavandula angustifolia)

2 goccia olio Frankincense (resina della Boswellia)

1 gocce olio di Elicriso (Helichrysum italicum)

Istruzioni:

In una bottiglia scura, marrone, mettete il gel di Aloe Vera e gli oli essenziali uno alla volta. Scuotete gentilmente la bottiglia prima di ogni uso. Pulite la ferita e applicate delicatamente il gel sul taglio o il graffio. Poiché non sono aggiunti conservanti, la miscela dura 15 giorni, poi deve essere gettata e rifatta. Tenete la miscela in frigo per conservarla bene.

 

Acqua di lavanda

Ingredienti:

2 cucchiai da minestra di fiori e foglie di lavanda inglese (Lavandula angustifolia) essiccati.

240 ml di acqua distillata

1 vaso da conserva in vetro adatto

1 colino a rete fitta

1 foglio di carta in cera d’api

Istruzioni:

Mettete i 2 cucchiai da minestra di lavanda nel vaso di vetro, fate bollire i 240 ml di acqua distillata, una volta a ebollizione spegnete e versatela sulla lavanda, sino a coprirla e chiudete con un quadrato di carta in cera d’api. Lasciate in infusione per 20-30 minuti. Usate il colino a rete fitta per filtrare l’infuso e diluite un poco alla volta, aggiungendo acqua sino a che l’infuso sia leggermente colorato, ma profumi ancora di lavanda. L’acqua di lavanda può essere utilizzata come acqua di lavaggio per la pelle per ridurre il dolore, il prurito da seborrea, da dermatiti da contatto.

 

Olio per dolore ai muscoli e alle articolazioni

Ingredienti:

10 gocce di olio di lavanda (Lavandula angustifolia)

30 ml di olio di mandorle

Istruzioni:

Mettete l’olio di mandorle in una bottiglia scura e aggiungete l’olio di lavanda e agiate bene la miscela. Massaggiate l’olio sulle articolazioni doloranti o sul muscolo dolorante.

 

**Courtesy of Natural Dog Health Remedies

Cosa mangiano i nostri cani? Dai prodotti in commercio all'alimentazione casalinga

Il libro di Fido A Tavola scritto da Elena Garella è disponibile su Amazon in formato cartaceo e e-book.

Con il cibo dite al vostro cane che lo amate. Crocchette, scatole di umido, cucina casalinga o Barf, tutte le alimentazioni hanno il loro perché e nel libro troverete i consigli utili a migliorare la vostra scelta oppure a cambiarla. Vi prenderò per mano e insieme sceglieremo la crocchetta ideale per il vostro cane oppure cucineremo un gustoso pasto casalingo con 4 semplici ingredienti.

Ordina la tua copia

Cosa mangiano i nostri cani? Dai prodotti in commercio all'alimentazione casalinga
Ritratto di Elena Garella

Elena Garella

Sono Elena Garella e da circa 20 anni mi occupo di alimentazione animale. Sono cresciuta in compagnia di cavalli e cani e l’alimentazione è stata da subito il mio principale interesse. Per questo dopo aver frequentato il liceo scientifico nella mia città natale, Roma, ho deciso di laurearmi in Scienze della produzione animale, a Pisa, e ho poi conseguito il dottorato di ricerca in Alimentazione animale a Bologna.