condividi:

Prepariamo uno snack naturale in 3 semplici passi

Ogni attività o percorso educativo con il nostro cane richiede un premio, al 99% alimentare, perchè i cani adorano il cibo.

Quando ho avviato Rory a un percorso educativo di molte giornate, abbiamo cominciato con la ricerca olfattiva e io non ero assolutamente contenta di utilizzare pezzi di wurstel o altri snack industriali. Ho scelto dei piccoli pesci essiccati naturalmente e un premietto inglese biologico a base di carne. Continuando a cercare ho avuto la fortuna di essere invitata a far parte di un gruppo di amanti dei cani e tra di loro ho conosciuto Erica, Tina e Tonino che vedete nella foto di apertuta.

Erica è una giovane donna molto attenta all'alimentazione dei suoi due bouledogue francesi Tina e Tonino, adottati dopo essere stati recuperati da gravi maltrattamenti. La sua idea di produrre in casa, in modo facile dei premi sani mi è piaciuto moltissimo e ho trovato geniale la sua idea di barrette sottili a base di carne e verdurine, ho quindi deciso di intervistarla e lasciare raccontare a lei come si preparano questi premi casalinghi. 

Erica e la sua passione per la cucina naturale

"Mi chiamo Erica e sono la mami di Tina e Tonino, la mia passione per la cucina naturale nasce per la mia altra grande passione: i cani. Un cane felice è un cane aimentato con cibo vero carne, pesce e verdure. Una corretta alimentazione è il punto di partenza per una buona salute."

Come dare torto ad Erica? Fido a tavola è nato come luogo di incontro per tutti gli amanti dei cani che desiderano migliorare l'alimentazione del proprio cane, aggiungendo degli alimenti freschi ai cibi commerciali, cucinando dei pasti bilanciati o assemblando correttamente una ciotola con alimenti crudi.  Gli alimenti che offriamo tra i due pasti principali della giornata, possiamo chiamarli, snack, merende o premi, sono una parte fondamentale dell'alimentazione dei nostri amici a quattro zampe e della relazione che abbiamo con loro. 

Vi starete chiedendo: ma perchè devo investire tempo e denaro per preparare degli snack in casa quando posso comprarli in negozio?  " Perchè uno snack preparato con prodotti veri è sano, non contiene nè coloranti, nè additivi e non è contaminato da metalli pesanti, come il piombo." Erica vi ha dato una risposta chiara e io aggiungo: perchè è divertente! Oggi siamo presi da molti impegni e non riusciamo a trovare il tempo per le cose che ci piacciono, come un'attività all'aperto in una giornata di sole con il nostro cane e premiarlo in tutta sicurezza. Per preparare le barrette di carne e verdura essiccate dovete comprarvi un semplice essiccatore, ne esistono di tutti i prezzi, leggere le istruzioni e dare libertà alla vostra fantasia.

essiccatore per alimenti

(credit Vivo Dry V)

Barrette sottili di carne e verdure

Preparare le barrette e facilissimo, Erica consiglia di procurarsi un essiccatore, non è necessario che sia da professionisti, ma deve raggiungere la temperatura di 70 gradi. Anche se molti essiccatori sono venduti per verdure e frutta, si possono essiccare tutti i tipi di carne, anche polmoni e fegato.

Comprate carne macinata di manzo, magra perchè così essiccherà meglio, e come verdure scegliete le zucchine, le carote e il finocchio. 

Dosi: 

macinato di manzo magro 500 grammi

zucchina  70 grammi

carote  100 grammi

finocchio 70 grammi

Tagliate le verdure e tritatele in pezzi fini, poi aggiungete il macinato e mescolate bene gli ingredienti utilizando le mani. 

verdure macinate

Quando verdure e carne vi sembrano ben miscelate, con la verdura ben aderente alla carne, prendete una porzione grande come la vostra mano e fate una polpetta piatta (come nella foto successiva). Poi appoggiate la polpetta piatta sul vassoio dell'essiccatore e premete con delicatezza, perchè l'impasto di carne e verdure sia in uno strato il più uniforme possibile sul vassoio.

In questo modo la temperatura generata dall'essiccatore agirà in modo omogeneo su tutta la miscela, che essiccherà perfettamente. Non esagerate nella quantità di carne e verdure posta su un solo vassoio, distribuitela in modo uniforme e in uno strato sottile nei vari vassoi.

impasto carne e verdure

A questo punto coprite i vassoi con il coperchio e chiudete l'essiccatore. Impostate la temperatura, 70°C, e le ore di essiccazione, 12 ore. Al termine delle 12 ore potete controllare se l'impasto appare bello marrone e completamente secco/cotto o se saranno necessarie ancora 12 ore (vedi foto successiva).

Meglio essiccare bene, se volete conservare il prodotto in modo sicuro. Una volta pronto potete estrarre la carne dal vassoio, avrà un spetto a semi cerchio, spezzarlo in pezzi adeguati all'ampiezza della bocca del vostro cane e conservare le barrette sottili di carne in un vaso ermetico o in un contenitore sotto vuoto. Potete conservare il tutto massimo 30 giorni, controllando ogni settimana se non si sono sviluppate muffe.

Ricordate che le prime volte potreste non essiccare al meglio e l'eventuale umidità (acqua) rimaste nelle barrette farà sviluppare rapidamente le muffe.

Non ci resta che ringraziare Erica, Tina e Tonino per avere condiviso con noi questa idea per preparare degli snack sani e gustosi e volete trovate un tutorial di Erica su come preparare gli snack digitando @tinatonino.frenchies in Instagram.

barrette di carne homemd

Cosa mangiano i nostri cani? Dai prodotti in commercio all'alimentazione casalinga

Il libro di Fido A Tavola scritto da Elena Garella è disponibile su Amazon in formato cartaceo e e-book.

Con il cibo dite al vostro cane che lo amate. Crocchette, scatole di umido, cucina casalinga o Barf, tutte le alimentazioni hanno il loro perché e nel libro troverete i consigli utili a migliorare la vostra scelta oppure a cambiarla. Vi prenderò per mano e insieme sceglieremo la crocchetta ideale per il vostro cane oppure cucineremo un gustoso pasto casalingo con 4 semplici ingredienti.

Ordina la tua copia

Cosa mangiano i nostri cani? Dai prodotti in commercio all'alimentazione casalinga
Ritratto di Elena Garella

Elena Garella

Sono Elena Garella e da circa 20 anni mi occupo di alimentazione animale. Sono cresciuta in compagnia di cavalli e cani e l’alimentazione è stata da subito il mio principale interesse. Per questo dopo aver frequentato il liceo scientifico nella mia città natale, Roma, ho deciso di laurearmi in Scienze della produzione animale, a Pisa, e ho poi conseguito il dottorato di ricerca in Alimentazione animale a Bologna.