Quali verdure dare al cane e la ricetta del contorno perfetto

Reading Time: 5 minutes

Quali verdure dare al cane? Le verdure consigliate per i cani sono molte e ve ne sono anche alcune da evitare.

Come dobbiamo prepararle? Le verdure devono essere cotte e poi frullate così che la loro parete cellulare sia pre-digerita e gli enzimi intestinali possano estrarre le vitamine e i minerali. Se non avete tempo per cucinarle, potete offrire le verdure disidratet o liofilizzate, ve lo racconto in un paragrafo.

Infine qui trovate il link alla ricetta del contorno perfetto per tutti i cani adulti.

Perché dare le verdure al cane?

Le opinioni sono molto diverse nel mondo canino, facciamo chiarezza partendo da uno dei concetti più dibattuti: il cane è un carnivoro o un onnivoro? Per rendere più chiaro ciò di cui parleremo ho condiviso lo schema del Dott. Billinghurst, famoso per avere ideato la dieta Barf, che trovate di seguito.

tabella Billinguist

La mia opinione è che il cane non sia un carnivoro puro obbligato, ma lo definirei un carnivoro opportunista. Cosa vuole dire? Significa che vive una condizione fluida, che spazia da onnivoro a carnivoro.

Considerate che i lupi, i dingo e i coyote, alimentandosi con le interiora delle loro prede, possono ingerire un certo quantitativo di erba, predigerita o parzialmente digerita. I cani frugano nei rifiuti organici domestici, prelevando anche avanzi di frutta e verdura. 

Quali verdure sono consigliate per i cani

  • Le zucchine sono una verdura dal sapore poco deciso, ottima per cominciare ad abituare il cane. Sono ricche di antiossidanti, aiutano la digestione perché contengono fibre solubili e contiene molti minerali, tra i quali lo zinco e il magnesio 
  • Le carote sono una buona verdura da somministrare, contengono fibre solubili e beta carotene, un antiossidante e precursore della vitamina A. Cominciate con piccole quantità, perché questa verdura può generare la produzione di gas intestinale e mal di pancia.  Il mio consiglio è di cuocerle e farne un purè; possono essere anche di aiuto nel somministrare altre verdure insapori. Potete anche offrire una carota intera, lavata, come snack da rosicchiare per pulire i denti (azione blanda) e per tenere il vostro cane impegnato.
  • Potete anche offrire la verdura in foglia, come spinaci e lattuga, che contiene flavonidi, carotenoidi, calcio, fosforo e vitamina K. Alcuni ne sconsigliano l’uso per via degli ossalati, sostanze che nel caso di alcune malattie possono entrare nel circolo sanguigno ed essere escreti con le urine.  Gli ossalati possono legarsi al calcio e creare dei cristalli o dei calcoli. Basterà essere morigerati nelle quantità, alternare con altre verdure e magari chiedere consiglia a un’esperta nutrizionista.
  • La zucca è un grande alleato, ricca di fibre che aiutano a regolarizzare l’intestino. E’ un vegetale che può avere un reale effetto contro la diarrea, ma agisce anche contro la costipazione (sempre grazie alle fibre in essa contenute). E’ ricca di antiossidanti e carotenoidi. Il suo sapore è gradito alla maggior parte dei cani, vi consiglio di cuocerla, senza condimento ovviamente, farne un purè e conservarla in dosi ideali.
  • Gli asparagi sono ricchi di vitamine, folato, rame e ferro, ottimi per i cani. Considerato che sono una verdura costosa, potete dare al vostro cane la parte che eliminate quando li cucinate per voi. Attenzione a non esagerare le dosi, altrimenti le feci potrebbero colorarsi di verde.

Quali verdure non dare al cane

Quali verdure sono potenzialmente pericolose per i cani? Le opinioni non sono sempre concordi, io consiglio di evitare:

  • Le cipolle e l’aglio, perché contengono una sostanza, il disolfuro di n-propile, che può indurre disturbi gastrointestinali ed anemia. Secondo molti veterinari una quantità di cipolla pari allo 0,5% del peso del cane può essere tossica. In genere un cane può essere attratto dall’odore intenso delle cipolle o dell’aglio, ma è molto difficile che ne mangi una quantità pericolosa. Tuttavia, per i cani toy o di taglia piccola, il problema potrebbe sussistere. Negli ultimi anni si comincia a parlare, per l’aglio, di “..moderate quantità sostenibili dall’organismo del cane…”. E’ la definizione stessa che lascia ampie possibilità di errore.
  • Evitate anche l‘avocado perché contiene la persina, una sostanza nociva per il cane.
  • I legumi possono provocare la formazione di molto gas, nell’intestino, e dare dolori addominali, ma piccole quantità di fagioli, cotti a lungo e frullati, possono aiutare con le loro fibre. Tuttavia, se vi interessano le fibre è meglio la zucca.
  • Un ultimo consiglio: non esagerate con patate, piselli e patate dolci, sono ricche di amido e aiutano lo sviluppo della placca sui denti.

Di quali nutrienti sono ricche le verdure

Le verdure sono formate da proteine, grassi, carboidrati, fibra e acqua, i principali nutrienti per il cane.  Contengono molte vitamine e minerali e alcuni nutrienti con funzioni protettive, quali enzimi e antiossidanti. Non offriamo le verdure per il loro contenuto in proteine o grassi, ma ci interessa il contenuto in vitamine, minerali, fitonutrienti e fibre.

I vegetali crudi contengono buone quantità di vitamina A, E e K e alcune vitamine del gruppo B. Inoltre, contengono delle molecole, dette cofattori della vitamina C, necessari per attivarla nell’organismo del cane. Tra i minerali ricordiamo calcio, fosforo e magnesio.

La fibra presente è importante, perché aiuta a mantenere la motilità intestinale e la salute di questo organo. Le fibre presenti sono di due tipi: solubili, che possono essere digerite anche dalla flora microbica intestinale del cane, e insolubili, che non essendo digeribili aiutano l’alimento e ciò che ne rimane ad avanzare sino al colon e ad essere eliminato sotto forma di feci.

Verdure disidratate per cani

Ora che vi siete chiariti le idee su quali verdure sono consigliate per i cani, potete decidere se offrirle cucinate oppure disidratate.

E’ importante non superare una quantità pari al 10% del cibo che compone il pasto. Facciamo un esempio: Rory pesa 30 kg e mangia 900 grammi di cibo al giorno, divisi in due pasti da 450 grammi. Questo significa 45 grammi di verdure a pasto. Se non avete mai offerto le verdure al cane, cominciate con 1a metà della quantità e osservate se le gradisce.

Le verdure disidratate possono essere una soluzione per utilizzarle sia nell’alimentazione casalinga, sia in quella commerciale. Potete farle rinvenire in acqua calda e poi aggiungerle al cibo. In commercio sono offerte in pratici sacchetti, già in forma di fiocchi, e potete trovarle alquanto facilmente. Ricordate che le verdure contengono circa il 70% di acqua, per cui le dovrete pesare dopo averle reidratate. Naturalmente è anche possibile tagliare le verdure a fette, possibilmente di spessore simile, ed essiccarle in forno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ciao, sono Elena Garella.

Ti racconto un po di me

Social Media

ULTIMI ARTICOLI

IL LIBRO DI FIDO A TAVOLA

Acquista la tua copia

SEGUIMI SU FACEBOOK