Bastoncini Parmigiano Reggiano e pancetta

Le giornate di festa si avvicinano, ho pensato di condividere con voi una ricetta con cui vizio Silver e Rory, i miei due greyhound. E' un antipasto che offro loro solo 3-4 volte all'anno, a Natale, a capodanno, a pasqua e per il mio compleanno, perchè è molto gustoso ma ricco di ingredienti concentrati in energia e grassi. Ma Rory ne va matto e io ho un debole per lui.

Ingredienti:

450  grammi pasta sfoglia scongelata

1 tuorlo d’uovo

70 grammi di parmigiano reggiano grattugiato

1 cucchiaino di prezzemolo secco

½ cucchiaino di basilico secco

½ cucchiaino di origano secco

½ cucchiaio di farina di riso

12 fette di pancetta dolce, non salata (opzionale)

Istruzioni:

Riscaldate il forno a 190 gradi e scongelate la pasta sfoglia seguendo le indicazioni della confezione.

In una ciotola mescolate insieme il tuorlo, il formaggio, il prezzemolo, il basilico e l’origano secchi e la farina di riso. Spolverate di farina un asse e srotolatevi la pasta sfoglia scongelata (potete anche utilizzare della carta forno bagnata e strizzata). Potete dividere la pasta sfoglia in 2 o 3 parti, ponete il composto in parti uguali sulla pasta sfoglia e spalmatelo sulla superfice. Tagliate in pezzi di circa 1 cm di spessore.

Ponete una fetta di pancetta su ogni pezzo da un centimetro e arrotolate a spirale. Se è troppo complicato potete pizzicare la pasta sfoglia in due punti per tenere la pancetta all'interno.

Preparate un foglio di carta da forno (sempre bagnato e strizzato) in una teglia da forno o da pizza, abbastanza ampia da ospitare i bastoncini, e cuocete per circa 20 minuti, controllando che siano dorati esternamente, ma non brucino.

Spegnete il forno e  lasciate raffreddare i bastoncini all’interno, controllando che non scuriscano troppo, in questo caso estraeteli dal forno.

 

Conservazione: in un barattolo ermetico, posto nel frigorifero, per circa 2 settimane. Si conservano 3 mesi in congelatore.

Ritratto di Elena Garella

Elena Garella

Sono Elena Garella e da circa 20 anni mi occupo di alimentazione animale. Sono cresciuta in compagnia di cavalli e cani e l’alimentazione è stata da subito il mio principale interesse. Per questo dopo aver frequentato il liceo scientifico nella mia città natale, Roma, ho deciso di laurearmi in Scienze della produzione animale, a Pisa, e ho poi conseguito il dottorato di ricerca in Alimentazione animale a Bologna.