Tempo di lettura: 4 minuti

La clorofilla per i cani, una fonte di energia da aggiungere alla dieta

La clorofilla per i cani è una fonte di energia da aggiungere alla dieta, anche se può suonare strano alle tue orecchie. E’ un pigmento verde, presente in quasi tutte le piante e le alghe sulla terra.

E’ la sostanza che permette la fotosintesi, permette alle piante di assorbire energia dalla luce. La clorofilla ha una composizione simile a quella dell’emoglobina presente nel sangue umano, differisce soltanto per avere il magnesio come minerale, e non il ferro, al centro della sua struttura. Ha moltissimi benefici, che tratterò di seguito, ed è presente in grande quantità nell’alga spirulina, 887 mg/100 grammi di alga, e in altri alimenti.

Scopri i benefici della spirulina in questo articolo.

Clorofilla per i cani: i benefici sulla salute che devi assolutamente conoscere

Alla clorofilla si attribuiscono tanti benefici:

  • la capacità di legare ed eliminare le tossine a livello dell’intestino
  • la conseguente capacità di sostenere il sistema immunitario, meno affaticato
  • la capacità di promuovere la salute intestinale (si suppone che possa essere una delle ragioni per cui i cani mangiano l’erba)
  • un’attività antimutagena vale a dire contrasterebbe le mutazioni dei geni con alcuni suoi derivati

Tutti questi benefici sono interessanti, ma solo alcuni sono provati, vi propongo, come faccio spesso, di inserire alcuni alimenti ed erbe officinali, nella routine alimentare del vostro cane, che aumentino la quantità di clorofilla che annualmente il cane assume. Per cominciare leggi questo articolo sulle erbe officinali e le spezie che puoi aggiungere alla ciotola del tuo cane.

In un articolo scientifico che ho letto recentemente è molto chiaro come la percentuale di clorofilla assorbita dai cani sembrerebbe essere intorno al 3,4%. Inoltre, viene trasformata in sub composti, che ancora non sono facilmente individuabili nel plasma dei canino o umano.

Tuttavia, un altro articolo scientifico dimostra come anche dosi minime di clorofilla possano contrastare la procarcinogenesi, indotta dalle aflatossine, per esempio. E sappiamo come solo l’aflatossina B1 abbia un limite per legge, poiché si trasforma in aflatossina M1 nel latte ed è cancerogena. Quindi, caldeggio la prevenzione!

Il cane mangia erba per assumere clorofilla? Non proprio

Nei paragrafi precedenti ho accennato a come un’ipotesi sul perché il cane mangi l’erba sia quella che il suo organismo ricerchi la clorofilla. Non è proprio così, in realtà il cane cerca una fonte vegetale fresca. Posso dirvi che i cani che mangiano una dieta casalinga equilibrata e varia, raramente mangiano erba. Può accadere se sono preda di un forte disturbo gastrointestinale.

Al contrario, molti cani che mangiano alimenti secchi, crocchette, ne mangiano grandi quantità. Non perché le crocchette che vengono loro offerte non siano buone, ma perché non vi è niente di fresco. Possono contenere tutta la fibra che si vuole, ma l’intestino non reagirà mai come nell’assimilare la fibra da una verdura fresca, cotta blandamente e frullata.

I canidi selvatici, come i lupi e le volpi, assumono la fibra, la clorofilla, alcune vitamine, dal contenuto di erba predigerita dello stomaco o del rumine delle loro prede. Il cane può ricevere questi nutrienti attraverso alcuni vegetali e le alghe.

Inoltre, l’erba che un cane “bruca” a passeggio può essere trattata con diserbanti, concimi, può essere contaminata dai gas emessi dalle auto, ecc. Sono tutte contaminazioni che possono indurre il cancro nei cani, come negli esseri umani.

Scegli i vegetali con più clorofilla per i cani

Elena con la sua levriera Lady

Eccoci al punto più interessante, starai pensando, ed è vero. Ci sono piante ricche di clorofilla che possiamo aggiungere all’alimentazione del nostro cane, sia casalinga, sia commerciale, facendo attenzione alle quantità.

Nella tabella successiva trovi le verdure utilizzabili, il loro contenuto in clorofilla, quanta ne rimane dopo averle cotte e quante volte a settimana somministrarle. E’ molto importante ricordare che non solo alcuni vegetali crudi sono indigesti per il cane, per esempio la zucca, ma che la cottura rompe la parete cellulare vegetale, particolarmente spessa. Il cane non ha un microbioma con batteri in grado di rompere facilmente la parete cellulare vegetale, dunque molte verdure offerte cruda,passano indigerite nelle feci.

La cottura naturalmente diminuisce la disponibilità di tutti i nutrienti, non solo della clorofilla. Dalla tabella puoi valutare come i diversi tipi di cottura diminuiscono la quantità di clorofilla disponibile.

Infine, attenzione alla quantità e alle volte che offriamo un vegetale al cane. Lasciami dire che puoi scegliere 2 verdure da offrire alla settimana tra quelle in tabella, cambiarle ogni settimana, e avrai già decisamente arricchito l’alimentazione del tuo cane. Segui attentamente quante volta alla settimana le puoi offrire, per esempio spinaci e lattuga contengono ossalati, se li dai tutti i giorni il tuo cane si ammalerà.

Alimenti ricchidi clorofilla e cotture

AlimentoClorofilla tot. frescolavorazioneclorofilla tot dopo lavorazionevolte a settimana
Broccolo6940 mg/kgBolliti 5 minuti
Vapore 7,5 min
Microonde 1,5 min
4140 mg/kg
2800 mg/kg
4100mg/kg
2 volte a settimana
Lattuga2890 mg/kgnessun daton. d.2 volte a settimana
Prezzemolo995 mg/kgn.d.n. d..1-2 prese a settimana
Piselli1310 mg/kgBolliti 5 minuti
Vapore 7,5 min
Microonde 1,5 min
1170 mg/kg
1200 mg/kg
1200 mg/kg
3 volte asettimana
Sedano34,5 mg/kg0 °C x 21 gg15 mg/kganche tutti i giorni
Spinaci39000 mg/kgBolliti 5 minuti
Vapore 7,5 min
Microonde 1,5 min
25770 mg/kg
25380 mg/kg
24740 mg/kg
1 volta a settimana
Spirulina8870 mg/kgpolvere essiccatan. d.secondo taglia e dosatore
Tarassaco2482 mg/kgfoglie lavate e sminuzzaten. d.3 volte a settimana
Zucca arancio1660 mg/kgBolliti 5 minuti
Vapore 7,5 min
Microonde 1,5 min
890 mg/kg
770 mg/kg
680 mg/kg
3 volte a settimana

 

Frutta e verdura, non solo per la clorofilla

Vorrei raccomandarti di cominciare ad inserire la verdura e se riesci anche la frutta, nella dieta del tuo cane.

Ogni tipo di verdura/frutta con il suo colore apporta dei benefici che saranno oggetto di un mio prossimo articolo, Intanto, puoi leggerel’artivolo Quali verdure dare al cane e Quale frutta dare ai cani, due articoli che possono darti idee per cominciare ad inserire questi alimenti nella ciotola del cane.

Puoi anche chidermi un consiglio, scrivendomi qui

Elena Garella

Sono nutrizionista per cani certificata e autrice del libro Cosa mangiano i nostri cani?

Posso aiutarti con consulenze personalizzate di alimentazione casalinga per il tuo cane.

Ti suggerisco di scegliere sempre la crocchetta migliore: con il cibo che scegli, dici al tuo cane che lo ami.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Se desideri condividere il contenuto di questo articolo, puoi farlo qui.

Verdure per cani: il contorno perfetto adatto a tutte le alimentazioni

Verdure per cani, come puoi aggiungerle alla ciotola del tuo cane perchè siano salutari ma gourmet? In effetti, le verdure per mantenere intatte le vitamine che contengono, devono essere cotte[…]

Verdura e frutta apportano fibra nella dieta del cane

Verdura e frutta apportano fibra nella dieta del cane, oltre a molte vitamine e minerali, sono dunque essenziali nell’alimentazione di tutti i cani. Anche nel caso di una buona alimentazione[…]
Cane pastore belga mangia una testa di salmone cruda, sdraiato in un prato verde

Scopri i 3 oli migliori per il cane e come utilizzarli nella dieta

Per parlarvi dei tre migliori oli per il cane e di come utilizzarli nella dieta del vostro cane voglio fare una premessa iniziale: gli oli sono presenti anche negli alimenti[…]
Torna in alto